· 

Pianificare il bilinguismo

Per poter affrontare questo argomento è necessario parlare prima di tutto di come si è deciso di organizzarsi in casa dal punto di vista linguistico.

E’ molto importante dedicare serenamente insieme al proprio partner e ai propri familiari una strategia linguistica da adottare alla nascita del bambino.

Attenzione: questa operazione a volte risulta più facile a dirsi che a farsi.

Analizziamo insieme quali fattori potrebbero intervenire in questa delicata fase decisionale.

La scelta di un genitore di parlare al proprio figlio in una lingua, sua madrelingua o altro, dipende fortemente dal rapporto che il genitore stesso ha con la lingua in questione.

Lingua infatti non vuol dire soltanto regole grammaticali, fonetiche, sintattiche, ma anche cultura, radici, storia, anche personale, e ancora emozioni, sentimenti, ricordi che possono andare al di là del razionale, a volte inconsci e legati a dinamiche individuali e infantili. Continua a leggere su Donnecheemigranoallestero